The wedding
chronicles
Wedding TipsI dettagli che rendono un momento magico
Torna agli articoli

Bambini Ai Matrimoni

Si o No?

La nostra guida alle norme di comportamento da adottare

by Silvia Bortolotto

I bambini ai matrimoni possono aggiungere un ulteriore tocco di magia e romanticismo all’atmosfera generale ma la loro presenza non è né dovuta, né per tutti, e possono rappresentare una sfida, perché si sa, i bambini sono imprevedibili. È perciò fondamentale decidere con largo anticipo se coinvolgerli o lasciarli a casa, dichiarandolo con chiarezza sugli inviti, esplicitando i nomi per evitare supposizioni, confusione e sentimenti feriti.

Allorché siate persuasi a estendere la partecipazione anche ai bimbi, siano essi di famiglia o figli dei vostri ospiti, dovrete premurarvi, una volta concluso il rito, di riservare loro un’area dedicata dove divertirsi senza intralciare il corso del ricevimento – ovviamente sotto l’attenta supervisione di esperti. Un menù semplice e adatto, numerosi giochi e video, animatori per l’intrattenimento e una zona dedicata al “riposino”, sono piccole accortezze che trasformeranno il vostro matrimonio in una festa memorabile anche per i più piccoli.

Di seguito, riassunte per voi, le tre cosiddette “kids policy” da comunicare agli invitati una volta ponderata la decisione, e le conseguenti norme di comportamento da adottare in ciascun caso. Ma prima un consiglio: non lasciatevi condizionare, perché gli unici a decidere chi parteciperà al vostro grande giorno siete voi e voi soltanto!

Cover photo by www.telegraph.co.uk

“Adults Only”

La presenza limitata agli adulti è in assoluto consigliata alle celebrazioni dal contesto sostenuto, con svolgimento prettamente serale o presso location che presentano difficoltà logistiche. Senza bambini al seguito, i genitori saranno liberi da ogni stress, pronti a godere appieno dei festeggiamenti. Importante però comunicare la politica prescelta per tempo dando loro modo di pianificare al meglio la custodia durante l’assenza, soprattutto qualora si tratti di un matrimonio di destinazione.

“Immediate Family Kids Only”

È del tutto lecito invitare alle proprie nozze i soli bambini appartenenti alla famiglia ristretta e i figli dei migliori amici a cui si è affettivamente legati. Adorabili nei loro abiti eleganti su misura, investiti dei ruoli di paggetti, portatori di fedi e ragazze dei fiori. Tale scelta potrebbe far storcere il naso a qualche madre o padre particolarmente sensibile, ma è essenziale rimanere fedeli alle proprie convinzioni e astenersi dal dramma.

“Kids Are Welcome With Open Arms”

Se desiderate un matrimonio conviviale all’aperto, pieno di emozioni ma decisamente informale, se eventuali urla o capricci non vi spaventano e non avete restrizioni di budget, potreste concretamente valutare di accogliere a braccia aperte tutti i pargoletti delle coppie che prenderanno parte alla celebrazione. Necessario richiedere per tempo la conferma del numero di bambini che porterà ciascuna famiglia, specificando la presenza o meno delle rispettive baby sitter.